Dic 11

Docenti di ruolo ammessi ai concorsi: la sentenza integrale della Consulta

La Corte Costituzionale con sentenza n. 251/2017, depositata in cancellaria il 6 dicembre 2017, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, comma 110 ultimo periodo della legge 107/2015 che prevede che “ai concorsi pubblici per titoli ed esami non può partecipare il personale docente ed educativo già assunto su posti e cattedre con contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato nelle scuole statali”, illegittimità da noi sempre sostenuta in occasione del contenzioso promosso davanti al TAR del Lazio.

La Corte ha valutato l’esclusione in esame non può essere ravvisata nella finalità di assorbimento del precariato, a suo avviso adeguatamente perseguito dal piano straordinario di assunzioni di cui ai commi da 95 a 105 della legge 107 secondo i quali ” è escluso dal piano straordinario di assunzioni il personale già assunto quale docente a tempo indeterminato alle dipendenze dello Stato, anche se presente nelle graduatorie e indipendentemente dalla classe di concorso, dal tipo di posto e dal grado di istruzione per i i quali vi è iscritto o in cui è assunto”.

 

La Corte Costituzionale, inoltre, nel dichiarare l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, comma 110 della legge 107/2015, dichiara in via consequenziale, anche l’illegittimità costituzionale dell’art. 17, terzo comma, ultimo periodo del Dlgs 59/2017 che richiede ancora una volta, per la partecipazione alla prossima procedura concorsuale, “l’ulteriore requisito di non essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato da docente presso le scuole statali”.

 

Per il testo integrale della sentenza cliccare qui.

Dic 06

III fascia Ata: vecchie graduatorie prorogate, nuove in vigore dal 2018-19

Con decreto Miur prot. n. 947 del 1°.12.2017 la ministra Fedeli ha prorogato – per il personale ATA supplente – la validità delle graduatorie di circolo e istituto di terza fascia del triennio precedente (2014/15, 2015/16 e 2016/17): dette graduatorie conserveranno, pertanto, la loro efficacia fino alla fine del corrente anno scolastico, 2017/18.

Il provvedimento si è reso necessario per l’elevato numero di domande pervenute concernenti la procedura di costituzione delle “nuove” graduatorie: la loro lavorazione renderà impossibile la pubblicazione delle stesse “in tempi ragionevolmente brevi e certi”. Le nuove graduatorie copriranno, di conseguenza, gli anni scolastici 2018/19, 2019/20 e 2020/21.

Il Miur ha emanato, in data 5.12.2017, la nota applicativa di quanto stabilito dal su indicato decreto.

Dic 06

Permessi studio, l’elenco di aventi diritto ed esclusi

L’ufficio ambito territoriale Caserta ha pubblicato l’elenco del personale docente di ogni ordine e grado di istruzione e del personale non docente che ha chiesto di usufruire, per l’anno solare 2018 dei permessi straordinari di diritto allo studio (retribuiti nella misura massima di 150 ore pro-capite e 75 ore per le docenti in regime di Part-Time) nella misura del tre per cento della dotazione organica complessiva. Sono pubblicati gli elenchi degli aventi diritto e degli esclusi con la specifica dell’esclusione. Avverso le predette graduatorie sono ammessi, reclami per gli errori materiali, per un termine di cinque giorni dalla pubblicazione, trascorso tale termine è ammesso nei termini di legge il ricorso al giudice ordinari. Per consultare l’elenco cliccare qui.

Dic 01

Mobilità 2018/19, il Miur chiede di accelerare i tempi

Dopo un primo incontro svoltosi martedì scorso 28 novembre al MIUR in tema di mobilità per il 2018/19, è giunta la formale convocazione dei sindacati per lunedì 4 dicembre prossimo per una nuova riunione, nel corso della quale verrà proposta l’ipotesi di un “accordo ponte” per la mobilità del prossimo anno scolastico, confermando di fatto il CCNI sottoscritto per quella dell’ a.s. 2017/18. Le ragioni, illustrate nell’incontro di martedì scorso, discendono dal fatto che essendo aperta la fase del rinnovo del CCNL, il tema “mobilità” potrebbe trovare nuova regolamentazione alla luce di quanto potrà emergere nel corso del negoziato in sede Aran. Ricordiamo, al riguardo, che l’atto di indirizzo del MIUR ipotizza una cadenza triennale della contrattazione integrativa.
La proroga dell’attuale CCNI sulla mobilità favorirebbe inoltre un’anticipazione di tutte le operazioni funzionali all’ordinato avvio del prossimo anno scolastico.
La Cisl Scuola, visti anche i positivi i risultati prodotti dal CCNI sulla mobilità 2017/18 che ha fra l’altro consentito il trasferimento direttamente su scuola nella stragrande maggioranza dei casi, si è detta disponibile rispetto all’obiettivo di una accelerazione dei tempi proposto dal MIUR. Un margine per interventi utili a migliorare gli aspetti applicativi delle intese resta a disposizione ed è utilizzabile attraverso lo strumento dell’ordinanza ministeriale, ferma restando naturalmente la conferma dell’impianto complessivo delle regole confermate nel CCNI.

(fonte: cislscuola.it)

Nov 29

Ata, saranno revocate le utenze istanze on line inattive da novembre 2015

Domande Ata, il Miur revocherà le utenze istanze on line inattive dal primo novembre 2015, e successivamente consentirà una nuova iscrizione, per ridurre i disagi di chi ha smarrito le credenziali di accesso.

Ecco il comunicato integrale del Miur.  “In previsione della prossima apertura della istanza per la presentazione del modello D3 per l’inserimento nelle graduatorie di istituto del personale ATA di III fascia, al fine di ridurre i disagi all’utenza dovute allo smarrimento delle credenziali di accesso (username e password) al servizio Istanze OnLine o alla casella di posta elettronica ordinaria indicata in fase di registrazione, verranno revocate tutte le utenze che non sono state utilizzate dopo il 1 Novembre 2015. Si invitano pertanto gli utenti interessati, che dalla data sopra indicata non hanno più effettuato alcun accesso a Istanze OnLine, ad effettuare un “Accesso al Servizio” utilizzando il bottone “ACCEDI” presente nella pagina http://www.istruzione.it/polis/Istanzeonline.htm entro le ore 24:00 del prossimo 11 Dicembre. Tutti gli utenti a cui verrà revocata l’utenza potranno effettuare una nuova registrazione a partire dal prossimo 13 Dicembre e conserveranno tutta la documentazione presente nel proprio archivio personale.
Si ricorda che all’interno della stessa pagina sopra indicata è possibile trovare le istruzioni per l’accesso e la registrazione al servizio (http://www.istruzione.it/polis/Istanzeonline.htm#istruzioni-accesso-servizio”.

Nov 27

Cessazioni dal servizio, domande on line fino al 20 dicembre

Il Miur ha emanato il decreto n. 919 del 23.11.2017 relativo alle cessazioni dal servizio del personale scolastico dal prossimo 1° settembre e la nota prot. n. 50436, di pari data, contenente le indicazioni operative. Le funzioni POLIS sono già aperte.

Il temine di scadenza per la presentazione (in modalità “on line“) delle domande di cessazione per dimissioni volontarie dal servizio o delle domande di permanenza in servizio è fissato dai suddetti provvedimenti al 20 dicembre 2017.

Per i dirigenti scolastici il vigente Ccnl Area V stabilisce (art. 12, comma 2) che “la pensione di anzianità è disciplinata dalla normativa vigente in materia; nei casi di pensionamento per anzianità, la relativa istanza deve essere presentata entro il 28 febbraio dell’anno scolastico precedente a quello del pensionamento stesso”.

Nov 24

Concorso per dirigenti, domande dal 29 novembre al 29 dicembre

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di venerdì 24 novembre il bando di concorso peri dirigenti scolastici. Saranno messi a bando a livello nazionale 2.425 posti dei quali 9 destinati alle scuole di lingua slovena nel FVG. Si tratta di un concorso molto atteso, che vedrà probabilmente una larga partecipazione e che interviene in una situazione in cui al prossimo primo settembre si prevedono 1.189 posti vacanti. Le domande di partecipazione potranno essere inviate tramite il sistema Polis dal 29 novembre al 29 dicembre prossimi. La verifica dei requisiti di accesso sarà svolta dagli USR di appartenenza dei candidati. Per quanto riguarda l’avvenuto superamento del periodo di prova dopo l’assunzione a tempo indeterminato come insegnante, viene precisato che in caso di passaggio di ruolo nell’anno scolastico corrente, ai fini dell’accertamento di tale requisito si terrà conto della prima immissione in ruolo. Agli Usr verrà affidato anche l’abbinamento aula/candidati e la nomina dei comitati di vigilanza.
Con successivo avviso, che sarà pubblicato in G.U. il 27 febbraio prossimo, sarà comunicato il calendario delle prove preselettive. I quesiti (in tutto 4.000), saranno resi noti almeno venti giorni prima dello svolgimento delle prove. I candidati dovranno affrontare 100 quesiti in 100 minuti. Poiché la prova si svolgerà su postazione informatica, i risultati ottenuti saranno immediatamente noti al candidato/a e verranno anche inseriti sul sistema Polis. Tendenzialmente le prove preselettive si svolgeranno nei luoghi di residenza dei partecipanti e tra le prove preselettive e le prove scritte trascorreranno almeno venti giorni. Al termine delle prove scritte ed orali, saranno ammessi al corso di formazione dirigenziale 2.899 candidati. A metà dicembre verrà emanato un avviso pubblico per l’individuazione dei membri delle Commissioni.

Nov 17

Docenti Irc, incontro al Miur per il reclutamento: Cisl Scuola in campo

Si è tenuto nei giorni scorsi al Miur un ulteriore incontro alla presenza del vice Capo di Gabinetto e del Direttore generale del Personale scolastico per proseguire il confronto sulle modalità di reclutamento dei docenti di R.C.
L’Amministrazione ha riferito che sta predisponendo la richiesta di autorizzazione al MEF a bandire il concorso per l’immissione in ruolo degli insegnanti di R.C. calcolando che siano  circa 5.000 i posti vacanti disponibili nel prossimo triennio anche tenendo conto della serie storica dei pensionamenti.
Per il confronto sui contenuti del bando ci siamo aggiornati per un prossimo incontro entro la fine del mese.
Le OO.SS. presenti hanno rappresentato la necessità di attribuire al servizio di insegnamento svolto come incaricati un consistente peso nella tabella di valutazione del concorso. Nel prossimo incontro ci verrà fornito il monitoraggio completo dei vincitori del concorso del 2004 che non sono ancora stati assunti in ruolo.
Continua dunque il nostro impegno perché sia data al più presto agli incaricati di religione la possibilità  di una stabilizzazione definitiva. 

Nov 17

Manifesto per la scuola, domani i cento appuntamenti dei sindacati

Domani, sabato 18 novembre, FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola Rua e SNALS Confsal diffonderanno, con iniziative organizzate in tutta Italia, il Manifesto per la Scuola. La Scuola è aperta a tutti e a tutte.
L‘appuntamento principale si svolgerà simbolicamente al Teatro Giotto di Vicchio (FI), comune di cui fa parte Barbiana, dove si è realizzata la straordinaria esperienza della scuola di Don Lorenzo Milani, della cui scomparsa ricorre quest’anno il cinquantesimo anniversario.
Il Manifesto rilancia un’idea di scuola come bene comune che appartiene al Paese, aperta e inclusiva, pronta ad accogliere anche i “nuovi italiani” e chiunque viva nel nostro Paese; una scuola fondata sul pluralismo, sull’autonomia e la collegialità e che afferma la centralità della persona all’interno del processo educativo; che garantisce il diritto all’apprendimento a tutte e a tutti.
In questa idea di Scuola, ispirata ai valori della Costituzione, è centrale lo studente, ma lo sono anche il lavoro e la professionalità di tutto il personale che, a diverso titolo, concorre alla progettazione e alla realizzazione del progetto educativo.
FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola RUA e SNALS Confsal chiedono da tempo che a una più chiara consapevolezza del ruolo fondamentale svolto dalla scuola nel promuovere crescita e sviluppo delle persone, corrisponda anche un adeguato riconoscimento normativo e retributivo di tutte le professionalità che vi operano; rivendicano a tal fine scelte politiche indispensabili a colmare il divario che vede l’Italia ancora lontana dalla media dei Paesi OCSE per quanto riguarda sia gli investimenti in istruzione e formazione, sia le retribuzioni del personale scolastico.
Col Manifesto per la scuola e le iniziative in calendario domani, i sindacati promotori intendono sollecitare su queste tematiche un coinvolgimento ampio della società civile, ritenendo che anche il Contratto di lavoro per il cui rinnovo sono fortemente impegnati costituisca un indispensabile strumento per migliorare efficacia e qualità del sistema scolastico, nell’interesse delle giovani generazioni e dell’intera comunità sociale. E’ possibile sottoscrivere il Manifesto firmando la petizione online all’indirizzo www.petizioni.net/manifesto-scuola-bene-comune.

Nov 17

Domande Ata, ancora nessuna data per l’inserimento delle scuole

Si comunica agli interessati che, ad oggi, il Miur non ha ancora fissato una data per l’inserimento delle sedi nell’ambito delle domande per il personale Ata. Appena sarà comunicata una data ufficiale ne daremo notizia attraverso il nostro sito internet, unitamente alle modalità di prenotazione per avvalersi della consulenza presso il nostro sindacato.

Post precedenti «