Mar 29

Mobilità, consulenze dal 5 aprile: ecco come prenotarsi

La Cisl Scuola di Caserta comunica che le consulenze agli iscritti relative alle domande di mobilità 2018/2019 saranno assicurate a partire da Giovedì 5 aprile. Si comunica inoltre che le consulenze saranno effettuate soltanto previa prenotazione telefonica, effettuabile a partire da oggi, 29 marzo, dal lunedì al venerdì, alle ore 16.30, al numero 0823 329160. Si avvertono gli iscritti che, per l’accesso alla consulenza, gli interessati dovranno essere muniti di valido documento di riconoscimento, credenziali di Istanze on line e codice personale, pen drive con i file in word della documentazione relativa ai titoli valutabili.

In particolare, è necessario compilare l’allegato D (per scaricarlo cliccare su infanzia, primaria o secondaria in base alle esigenze) relativo al servizio svolto.

I soli iscritti alla Cisl Scuola provenienti da fuori provincia dovranno anche produrre copia di una recente busta paga che attesti l’iscrizione al nostro sindacato.

Ricordiamo infine che per il personale docente la “finestra” a disposizione si apre il 3 aprile e si chiude il 26 aprile.
Il personale ATA potrà presentare domanda nel periodo compreso fra il 23 aprile e il 14 maggio.
Per il personale educativo le domande si presentano dal 3 al 28 maggio.

La pubblicazione dei movimenti è prevista nelle seguenti date:

  • personale ATA 16 luglio
  • docenti scuola dell’infanzia  8 giugno
  • docenti scuola primaria  30 maggio
  • docenti scuola sec. I grado 25 giugno
  • docenti scuola sec. II grado  10 luglio
  • personale educativo 10 luglio 2018
  • passaggi nei licei musicali art. 4 co. 9

CCNI (28 maggio)

passaggi nei licei musicali art. 4 co. 10 CCNI (4 giugno)

Mar 28

Organici, servono scelte lungimiranti: nota unitaria dei sindacati

Si è tenuta al MIUR l’informativa sugli organici del personale docente per l’a.s. 2018/19. Durante l’incontro, risultato del tutto interlocutorio, il MIUR ha fornito una “fotografia” di quanto si prevede per il prossimo anno scolastico:

  • i posti da consolidare in organico di diritto, tutti posti comuni, sono 3.530
  • 800 posti dell’attuale organico potenziato saranno destinati all’Infanzia
  • 1.162 saranno i posti aggiuntivi per la riforma degli Istituti Professionali
  • il numero degli alunni calerà di circa 21.000 unità (-90.000 nell’ultimo triennio)

FLC Cgil, Cisl Scuola, Uil scuola, pur prendendo atto dell’incremento complessivamente previsto, ritengono che non sia assolutamente soddisfatta la necessità di mettere in campo una politica lungimirante in materia di organici, finalizzata all’ampliamento dell’offerta formativa. Inaccettabile il ruolo del MEF che taglia invece di investire e traduce l’impegno di spesa di circa 150 milioni definiti nella legge di bilancio 2018 e oggetto dell’accordo del 22 dicembre 2017 soltanto in 3.530 posti aggiuntivi.
Non si ritiene inoltre condivisibile la scelta di non stabilizzare i posti di sostegno: poiché ogni anno da tempo vengono attivati migliaia di posti in deroga, se ne deve dedurre che si tratta di posti necessari che andrebbero pertanto stabilizzati.
Appare poi del tutto inaccettabile l’aver ricavato l’organico potenziato dell’Infanzia all’interno dell’attuale organico, a discapito degli altri ordini di scuola.
Parimenti inaccettabile che, come dalle previsioni del Miur, vengano tagliati posti al sud. Questa decisione rischia di non garantire la continuità didattica per i ragazzi e nello stesso tempo di ridurre la possibilità per molti docenti di avvicinarsi a casa. Va “fotografata” la situazione relativa all’organico delle regioni del sud, mentre occorre incrementare i posti nelle realtà in cui la popolazione scolastica è in aumento.
Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola hanno posto anche il problema della carenza di organico del personale educativo e sollecitato un’informativa specifica.
Per questi motivi si è chiesto un aggiornamento del confronto, con la possibilità di allargare l’analisi ad ulteriori dati.
Il prossimo incontro è previsto per domani, 29 marzo alle 9,30. Resta confermata la richiesta di stabilizzare tutti i posti indispensabili al funzionamento delle scuole, compresi quelli dati in deroga sul sostegno, nella convinzione che anche la stabilità del lavoro contribuisca a garantire la miglior qualità della didattica.

Mar 23

Concorso abilitati, per le domande c’è tempo fino al 26

Con un avviso il MIUR comunica che la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso per docenti abilitati (art. 17, comma 2, lettera b, del d.lgs 59/2017), originariamente stabilita al 22 marzo, è prorogata alle ore 14 del 26 marzo.

Una proroga dei termini era stata chiesta ieri formalmente dalla Cisl Scuola e dagli altri sindacati confederali con una nota unitaria inviata ai direttori generali del Personale e dei Servizi Informativi.

Mar 20

Bando stabilizzazione Co.co.co, lunedì 26 incontro informativo alla Cisl

La Cisl Scuola di Caserta organizza per lunedì 26 marzo, alle ore 16.30, presso il salone della Ust Cisl in via
Ferrarecce 83, un incontro informativo riservato al personale in servizio nelle scuole con contratto di Collaborazione coordinata e continuativa (Co.Co.Co). Nel corso dell’incontro, saranno fornite indicazioni pratiche per la compilazione della domanda di partecipazione al bando, in scadenza il prossimo 30 marzo. Verranno inoltre analizzati gli aspetti relativi allo svolgimento delle prove previste dal bando di concorso e le regole dettate dal Contratto Collettivo nazionale di categoria.
Si invitano tutti gli interessati a partecipare.

Mar 13

Domanda Ata, modello D3: come prenotarsi per la consulenza

Si avvisano gli iscritti che da oggi, ogni pomeriggio dalle 16.30 alle 19, fino al termine della capienza, è possibile prenotarsi per la compilazione del modello D3 per la scelta delle scuole nell’ambito della domanda per il personale Ata.

Le prenotazioni si potranno effettuare esclusivamente per via telefonica chiamando il numero 0823329160. Il modello D3 può essere compilato dal 14 marzo al 13 aprile 2018.

Per usufruire della nostra consulenza, gli iscritti dovranno essere muniti di una copia della domanda cartacea presentata, credenziali istanze on line (username, password e codice personale) e lita degli istituti scolastici prescelti.

Mar 07

Mobilità 2018/19, si parte. Ecco le scadenze previste

Firmato al MIUR, al termine della prescritta procedura di certificazione, il contratto integrativo sulla mobilità del personale docente, ATA e educativo per l’a.s. 2018/19. Come è noto, si tratta sostanzialmente della conferma del contratto firmato l’anno scorso, ripreso integralmente nei suoi contenuti; attesa a breve l’emanazione dell’ordinanza ministeriale che ne fisserà come di consueto scadenze e modalità applicative. Le “finestre” per la presentazione delle domande, gestite on line per tutti i profili (salvo limitate eccezioni) dovrebbero essere le seguenti:

  • dal 3 al 26 aprile per il personale docente
  • dal 3 al 28 maggio per il personale educativo
  • dal 23 aprile al 14 maggio per il personale ATA l

La segreteria nazionale Cisl Scuola (Ufficio Sindacale) ha predisposto alcune schede riepilogative delle principali scadenze.

Mar 06

Domande Ata: dal 14 marzo al 13 aprile la scelta delle scuole

Con la nota prot. 11970 del 6.3.2018 il MIUR rende noto che da mercoledì 14 marzo fino alle ore 14 di venerdì 13 aprile 2018 sarà disponibile su “Istanze On Line” l’allegato D3 per la scelta delle sedi da parte degli aspiranti a supplenze su posti di personale Ata, inclusi nelle graduatorie di terza fascia. La gestione della procedura avviene direttamente ed esclusivamente “on line”.  La Cisl Scuola di Caserta comunicherà nei prossimi giorni attraverso il proprio sito internet le modalità di prenotazione per gli iscritti che intendano avvalersi della consulenza nella compilazione della domanda.

 

Feb 21

Concorso per abilitati, al via le adesioni ai ricorsi della Cisl Scuola di Caserta

La Cisl Scuola di Caserta in relazione all’avvenuta pubblicazione del Bando di Concorso per il reclutamento dei Docenti 2018, secondo le forme semplificate del solo colloquio orale con conseguente inserimento nelle Graduatorie di Merito regionali (cod. Fase Transitoria), promuove le adesioni ai ricorsi giurisdizionali da presentare innanzi al TAR Lazio, avverso l’illegittima esclusione dal Concorso in esame per le seguenti categorie di insegnanti:

  • Diplomati ITP, compresi coloro che abbiano conseguito il Diploma nell’anno 2017, che non risultavano inseriti nelle Graduatorie di Istituto di Seconda fascia alla data del 31 maggio 2017. Pertanto, si consiglia l’adesione al presente ricorso anche ai Diplomati ITP inseriti nelle Graduatorie di Istituto di Seconda fascia, in seguito a provvedimento del TAR e/o del Consiglio di Stato e/o del Giudice del Lavoro, considerato che l’inserimento nella Seconda fascia è avvenuto in data successiva al 31 maggio 2017;
  • Docenti che abbiano maturato un servizio pari ad almeno 36 mesi, oppure ad almeno 180 giorni all’anno per tre anni scolastici. Si precisa che possono aderire:
    • coloro che abbiano maturato tale servizio in Istituti Scolastici Paritari;
    • coloro che hanno maturato servizio su Sostegno (per almeno 180 giorni anche solo per un solo anno scolastico). In tal caso, i ricorrenti potranno richiedere anche la partecipazione per la classe di concorso Sostegno.
  • Diplomati AFAM Vecchio Ordinamento, in possesso anche del Diploma di Istruzione Superiore, che non risultavano inseriti nelle Graduatorie di Istituto di Seconda fascia alla data del 31 maggio 2017.
  • Diplomati ISEF;
  • Dottori di Ricerca. Al riguardo, si precisa che per i Dottori di Ricerca la classe di Concorso cui è possibile accedere, deve essere individuata in virtù della Laurea conseguita;
  • Docenti già in ruolo, che vogliano partecipare per altra Classe di Concorso per la quale non sono in possesso di abilitazione all’insegnamento;
  • Abilitati all’Estero, che abbiano conseguito il titolo estero dopo la data del 31 maggio 2017, in attesa di riconoscimento presso il MIUR.

La partecipazione al ricorso, che sarà promosso dallo Studio legale Cundari di Caserta, avrà, per i soli iscritti alla Cisl Scuola di Caserta, un costo ridotto pari a 150 euro previa esibizione della tessera.

Chiunque sia interessato a partecipare al ricorso è pregato di recarsi, entro e non oltre mercoledì 14 marzo, presso la nostra sede di via Ferrarecce 26-30 – Caserta, dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 19, per verificare o sottoscrivere l’adesione al nostro sindacato e compilare gli atti necessari (domanda di partecipazione al concorso e atto di diffida).

Feb 19

Concorso per abilitati, pubblicato il bando: domande entro il 22 marzo

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 febbraio il bando di concorso per posti di docente nella scuola secondaria di I e II grado, cui possono partecipare coloro che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento entro il 31 maggio 2017. In precedenza, sulla G.U. n. 33 del 9 febbraio 2018, era stato pubblicato il Regolamento sulle modalità di svolgimento della procedura concorsuale.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate a partire dal 20 febbraio e fino al termine del 22 marzo, utilizzando a tal fine le funzioni disponibili nel sito dedicato in via di allestimento.
Il bando di concorso – si legge in un comunicato del MIUR – rientra tra quelli previsti da uno degli otto decreti attuativi della Legge 107 del 2015 che vuole disegnare un nuovo modello di reclutamento per i docenti con percorsi definiti e tempi certi per il ruolo. Alla selezione potrà partecipare chi ha una abilitazione o è specializzato per l’insegnamento sul sostegno, inclusi anche le e i docenti già di ruolo. Le aspiranti e gli aspiranti insegnanti che sosterranno una prova orale (il punteggio massimo è di 40 punti) saranno inseriti in una graduatoria di merito, anche in virtù del punteggio derivante dai titoli posseduti e dal servizio pregresso (massimo 60 punti). Le docenti e i docenti vincitori del concorso per l’immissione in ruolo dovranno poi superare con una valutazione positiva un anno di formazione e di tirocinio. Nel corso di questo anno la loro attitudine all’insegnamento verrà valutata anche con visite in classe“.

 

Feb 15

Il Consiglio generale Cisl Scuola approva l’ipotesi di contratto siglata il 9 febbraio

Di seguito il documento finale votato all’unanimità dal Consiglio Generale nazionale della Cisl Scuola.
Il Consiglio Generale della CISL Scuola, convocato con procedura d’urgenza dalla Segreteria Nazionale, riunito in data 14 febbraio 2018 a Roma presso l’Auditorium Antonianum di viale Manzoni 1, udita la relazione della Segretaria Generale Maddalena Gissi, la approva unitamente ai contributi emersi dal dibattito.
Il Consiglio Generale considera positivamente l’esito della lunga e complessa vertenza per il rinnovo del CCNL, che a partire dall’accordo quadro del 30 novembre 2016 si è conclusa con la sottoscrizione dell’ipotesi di accordo avvenuta il giorno 9 febbraio u.s., conseguendo risultati che sono frutto dell’azione intelligente e determinata messa in campo dall’Organizzazione a tutti i livelli, con un fattivo rapporto tra le Federazioni di categoria e la Confederazione, che ha reso la Cisl protagonista di una così impegnativa stagione sindacale.
Esprime apprezzamento per il sostegno che la Confederazione, attraverso la segretaria generale Annamaria Furlan e il segretario nazionale Ignazio Ganga, ha assicurato alla categoria in tutte le fasi del negoziato.
Il Consiglio Generale evidenzia come il nuovo CCNL consenta, dopo anni di blocco delle retribuzioni, di ottenere un loro incremento per il quale sono state utilizzate, oltre alle risorse rese disponibili dalla legge di Bilancio, anche quelle derivanti da altre disposizioni legislative e ricondotte pienamente alla contrattazione, destinandole in parte al salario tabellare. L’imminente scadenza, già il 31 dicembre, del triennio di vigenza fa sì che il nuovo contratto costituisca una tappa fondamentale di un percorso, cui da subito va data continuità a partire dal prossimo rinnovo, con l’obiettivo di un’ulteriore valorizzazione del lavoro nella scuola, rivendicando a tal fine, come indispensabile premessa, scelte politiche di forte investimento nei settori dell’istruzione e della ricerca.
Il Consiglio Generale considera come risultato particolarmente significativo l’avere ridato centralità alle relazioni sindacali, con l’apertura di nuovi spazi di partecipazione e contrattazione che valorizzano, a tutti i livelli, la presenza e il ruolo delle rappresentanze dei lavoratori. Tale aspetto assume ancor più rilevanza nell’imminenza del voto per il rinnovo delle RSU; rafforzando l’ambito delle relazioni sindacali a livello di istituto si contribuisce a dare alla consultazione il suo significato più vero e autentico, non riducibile alla sola verifica di rappresentatività delle diverse sigle.
Il Consiglio Generale sottolinea come l’ipotesi di accordo abbia confermato e rafforzato per tutto il personale il quadro dei diritti e delle tutele, smentendo sonoramente una campagna di vera e propria disinformazione alimentata ad arte contro le organizzazioni impegnate al tavolo di trattativa.
Il Consiglio Generale considera estremamente significativa la scelta di inserire nel CCNL la definizione di scuola come “comunità educante”, segnando una svolta evidente rispetto a modelli improntati a dirigismo, individualismo, esasperata concorrenzialità, assunti negli anni trascorsi come riferimento in tanta produzione legislativa; modelli che appaiono lontani, se non opposti, all’idea di scuola e di società richiamata nel motto scelto per la celebrazione dell’ultimo congresso Cisl Scuola, “fare comunità, generare valori”.
Il Consiglio Generale impegna l’Organizzazione a tutti i livelli a valorizzare i contenuti dell’intesa promuovendone una corretta e puntuale conoscenza da parte di tutte le lavoratrici e i lavoratori, anche attraverso il necessario e auspicabile coordinamento con le altre organizzazioni firmatarie.
Il Consiglio Generale, alla luce delle considerazioni sopra esposte, e sottolineando come nel testo firmato trovino positiva e puntuale risposta molti degli obiettivi evidenziati come prioritari nella Mozione conclusiva del VI congresso nazionale della Cisl Scuola, approva l’ipotesi di accordo sottoscritta il 9 febbraio 2018 all’ARAN e dà mandato alla segreteria nazionale per procedere alla firma definitiva del CCNL per i lavoratori del comparto dell’istruzione e della ricerca
“.

Post precedenti «